Argento colloidale ionico: un antibiotico naturale dai mille utilizzi

Autore: Carol Saito

Dal Mal...Essere al Ben....Essere

Ne sono rimasta talmente folgorata, che adesso me lo produco da sola essendo parecchio costoso (inutilmente secondo me) da acquistare. L'argento che uso è una barretta pruissima e in base alla durata del procedimento si possono produrre argenti ionici con 12 ppm (parti per milione) per disinfettare superfici, lavare i pavimenti ecc. Più aumento le ppm, più lo posso usare come profilassi se vado in paesi caldi, dove l'igiene è dubbia. A seconda dell'utilizzo si possono avere argenti ionici a differenti ppm.

L’argento è stato utilizzato durante la storia in più occasioni come antibiotico naturale dato che non esistevano ancora gli antibiotici chimici che noi tutti oggi conosciamo. Questa soluzione naturale è in grado infatti di agire su più fronti eliminando non solo virus e batteri ma anche funghi di ogni specie, in sostanza può neutralizzare l’effetto di ‘qualsiasi’ (così dicono!) essere monocellulare senza però incidere in alcun modo sugli enzimi del nostro corpo.

Vediamo allora quali sono i possibili utilizzi…

USO TOPICO:

Sembra che con l’argento colloidale ionico si ottengano ottimi risultati sia in caso di ustioni (dato che va a stimolare la formazione di nuove cellule), sia in caso di acne, ferite, eritemi, verruche, psoriasi, micosi e tante altre problematiche della pelle. Non brucia e si può applicare direttamente sulle ferite aperte oppure si può lasciare agire, ad esempio sulle verruche, coprendole con un cerotto umido da applicare per più giorni. È possibile utilizzarlo anche per infezioni ad occhi e orecchie.

USO INTERNO (vi sconsiglio l’autoprescrizione!!! Bisogna saper valutare bene il dosaggio e scegliere un prodotto di qualità dato che ce ne sono molti sul mercato non affidabili):

Con l’argento colloidale ionico si possono trattare tutti quei disturbi dovuti alla presenza di virus, batteri o funghi nel nostro corpo. Cioè quasi tutto  tra le cose più comuni ci sono :

• Infezioni alle vie respiratorie

• Problemi intestinali e dirette conseguenze (comprese colite e candida)

• Cistiti e irritazioni alla vescica

• Influenza

Ma è in grado di alleviare anche altri disturbi come allergie, reumatismi e artrite. Con l'assunzione di argento colloidale si rafforza inoltre il sistema immunitario tanto che qualcuno lo considera un vero e proprio secondo sistema immunitario in grado di lavorare in stretta connessione con il primo!

Altri utilizzi dell’argento colloidale ionico sono per:

• Depurare l’acqua delle piscine (sempre più gente è allergica al cloro)

• Migliorare la conservazione dei cibi fatti in casa

• Eliminare funghi e parassiti dalle piante

• Eliminare il marciume del legno e le muffe

• Disinfettare la lettiera degli animali domestici

• Sterilizzare qualunque oggetto

• Lavare frutta e verdura

L’argento colloidale è stato usato con successo anche sugli animali per combattere infezioni dovute a batteri e parassiti.

Come tutte le cose, va assunto conoscendo al meglio la sostanza. L’argento colloidale, come tutte le cose, se assunto in alte quantità può far male. Particelle troppo grosse di argento o troppo concentrate fanno scaturire l’argiria, una mutazione della pelle che assume una colorazione bluastra.

Se volete documentarvi meglio sull’argomento potete leggere “Uso terapeutico dell’argento colloidale. Prezioso antibiotico naturale” Macro Edizioni.
Ciao Carol

Commenti

Accedi per commentare.