SPAGHETTIAMO CON LO SPIROMAT!!

Autore: CIBOCRUDO

Dal Mal...Essere al Ben....Essere

Credo vi sia capitato, e spesso, di vedere in giro per il web o sui vari social, ricette crudiste che contenevano, come ingrediente principale, gli spaghetti vegetali. Spaghetti fatti con qualsiasi tipo di verdura, dalle Zucchine, alla barbabietola, alla Zucca e chi più ne ha più ne metta; ma anche spaghetti fatti con la mela.
 
Ebbene tutto questo è possibile, grazie ad un attrezzo che si chiama SPIROMAT. Praticamente lo Spiromat non è altro che una Mandolina verticale, ma si differenzia non solo per le tre lame in dotazione, che vi permettono di fare spaghetti di vario spessore; ma perché questo attrezzo permette di incastrare orizzontalmente l’ortaggio o il frutto, di farlo girare su se stesso e grazie ad un carrellino a scorrimento, l’ortaggio o il frutto avanza e viene automaticamente tagliato nella forma che più preferite.
 
Diciamo che è un validissimo aiuto, soprattutto per chi è ghiotto di spaghetti, ed essendo italiani praticamente li mangiamo spesso; anche se con questo tipo di cucina possiamo mangiarli praticamente tutti i giorni senza dover temere la bilancia!
 
Nella confezione trovate: il corpo principale, dove si inseriscono il carrello con il perno girevole, due incastri laterali per poter contenere due delle tre lame in dotazione; ed un incastro verticale, all’estremità del corpo centrale, dove si inserisce la lama.
 
E’ molto facile da pulire, essendo praticamente tutto di plastica; se avete poi uno spazzolino da denti in casa che non usate più, potete utilizzarlo per pulire al meglio le vostre lame, soprattutto le due dentellate. Ecco vi dicevo delle lame…sono per esattezza tre; due dentellate e una liscia. Le prime due vi permettono di fare gli spaghetti, e qui avete due misure; una per spaghetti sottili e una per spaghetti un pochino più grossi (chiamati anche noodles), l’altra liscia vi permette di fare delle fettuccine.
 
Potete sbizzarrirvi a “spaghettare” qualsiasi ortaggio, l’importante è ancorarlo bene al perno; in questo modo l’ortaggio gira ed il carrello si sposta in avanti. Questo spostamento lo potete aiutare anche grazie ad una manopolina situata lateralmente al carrello. Se fate una leggera pressione verso la lama, l’ortaggio viene tagliato al meglio.
 
Beh vi assicuro che è più facile a farsi che a dirsi, ma vi assicuro che una volta imparato il meccanismo ve ne innamorerete, e non potrete più farne a meno. A casa lo uso spessissimo e mi sono divertita davvero tanto nel fare spaghetti bi-color, spaghetti di zucca, e anche di mela cosparsi poi di cannella ed una spruzzatina di limone…un’ottima merenda!

Commenti

Accedi per commentare.