Qual’è la dieta media di un crudista?

Autore: CIBOCRUDO

CuriositÃ

Cosa mangiano i crudisti?
 
Prima di tutto dobbiamo chiarire il concetto di crudismo, la sua storia è sicuramente fra le più antiche, perchè risale a prima della scoperta del fuoco, quando l’uomo si cibava solo di cibo crudo. Trascorsi gli anni, anche dopo la scoperta del fuoco, durante le diverse epoche, sono sempre esistiti uomini  che hanno  proclamato  l’effetto benefico della dieta crudista. I cibi crudi, come trattamento dietetico, fu merito del medico Maximilian Bircher­Benner,
 
celebre anche, per essere l’inventore del muesli, che riuscì a guarire dall’ittero grazie ad una dieta a base di Mele crude. Ma guardando al recente, il crudismo,conosciuto come raw food, è attivo da anni, specialmente in America, si tratta di un’alimentazione sana e naturale a base di cibi crudi.
 
Il crudismo vegan, promuove una vita etica, dove nessun essere deve soffrire. Pertanto, la dieta media di un crudista, prevede l’assunzione di frutta fresca di stagione, verdura fresca di stagione, Noci, semi e germogli, rigorosamente coltivati biologicamente.
Questi cibi si possono anche preparare come frullati o succhi, l’importante, che nella preparazione dei cibi, gli stessi non siano sottoposti a bollitura, o calore superiore ai 42°. Questa è considerata la temperatura ideale perchè preserva gli enzimi e tutte le qualità nutrizionali.
 
Al posto della cottura, come vengono preparati i cibi?
 
I cibi vengono frullati, tagliati, affettati, centrifugati, disidratati o marinati. Ma a tale proposito troviamo doveroso sfatare una tendenza assolutamente falsa, ovvero, il pensiero di tutti quelli che sostengono che “mangiare crudo sia triste”. Al contrario, i cibi crudi non solo sono salutari ma sono anche buonissimi, soprattutto i dolci crudi!
 
Perchè mangiare crudo?
 
I cibi cotti perdono le sostanze benefiche e naturali che vengono offerte dalla natura. E proprio gli enzimi, risultano essere la base dei principi della cucina crudista. Gli enzimi sono essenziali perchè mantengono pulito ed in salute l’organismo, aiutano la digestione e sono un valido aiuto nel processo di ricostruzione dei tessuti. In più, il crudismo sazia, disintossica, ci aiuta a mantenere inalterato il nostro giusto peso corporeo e ci idrata.
 
Mangiare crudo fa sentire freddo?
 
Anche questa diceria è completamente da sfatare, anzi, siamo proprio noi ad avere un concetto distorto e sbagliato sul fatto che per riscaldarci abbiamo bisogno di ingerire cibi caldi. I piatti caldi scaldano ma solo per qualche minuto, nel momento in cui vengono ingeriti, ma successivamente, il corpo, più caldo rispetto ai fattori esterni, ci fa sentire ancora più freddo rispetto a prima.
 
Come si inizia a mangiare crudo!
 
Il modo migliore per iniziare a mangiare crudo è iniziare e basta, senza pensarci! Ovviamente si può iniziare in maniera graduale, magari iniziando a sostituire la colazione, poi il pranzo, la cena, e poi tutta la dieta. Ovviamente cambierà anche il reparto del supermercato in cui fare la spesa, di fatto il crudista predilige, senza ombra di dubbio, il reparto frutta e verdura. Ma assicuratevi sempre di acquistare prodotti biologici e di stagione.
 
Il cibo crudo dona più energie?
 
Frutta e verdura, sono molto facili da digerire e lo sono molto più, rispetto ad altri cibi, ma soprattutto essendo più facili da digerire, necessitano di meno energia ­calorie­ per essere digerite. Il fatto che i crudisti abbiano più energie, si spiega proprio dalla loro attività fisica, in quanto tendono a raggiungere lo stesso fabbisogno di calorie, e spesso di più, della persona media.
 
Quanti pasti al giorno deve fare un crudista?
 
Oltre ai pasti principali, il crudista può mangiare anche 4­5 o 6 volte al giorno. Pasti di piccole dosi, in grado di soddisfare senza appesantire e senza creare problemi alla digestione.
 
Limitare l’approccio calorico è un modo (l’unico) per allungare la vita?
 
Questo è un argomento certamente complesso, possiamo comunque dire in questi anni sono stati fatti diversi esperimenti sulla restrizione calorica, e purtroppo tali esperimenti sono sono stati fatti sugli animali, nello specifico, sui ratti, perchè hanno una breve speranza di vita.
Dobbiamo considerare il fatto che i ratti da laboratorio non sono nutriti in maniera naturale e non sono fisicamente attivi. Pertanto, nutrirli con circa il 30% in meno del cibo tossico innaturale, prolungherà loro la vita. Diverso però è quello che riguarda una dieta naturale a base di verdura e frutta. Questo per dire che mangiare un’adeguata quantità di cibo non accorcia la speranza di vita, soprattutto facendo piccoli pasti durante il giorno, ma mangiando spesso.
 
Qual’è il piatto più sostanzioso della giornata per i crudisti?
 
La regola generale, è che il piatto più sostanzioso deve essere quello del pranzo. E allo stesso modo, è una cattiva abitudine mangiare la notte o prima di andare a letto. Non è comunque necessario evitare del tuto di mangiare durante la notte. Anche per i crudisti vale la regola dell’esercizio fisico, e se per motivi di lavoro, siete costretti a mangiare tardi la sera, allora assicuratevi che il vostro ultimo pasto sia facile da digerire.

Commenti

Accedi per commentare.