Mangiare crudo: un bene o un male?

Data pubblicazione: 30/11/2012


 

Mangiare crudo: un bene o un male?

Il nostro obiettivo come azienda è quello di dare informazioni a 360° sul crudismo, per far comprendere con semplicità che preferire il più possibile cibi crudi, significa vivere una vita molto più vitale e senza malattie. Leggete questo articolo che è molto interessante.

La dieta raw food è un percorso per la salute perfetta oppure è un grave danno alla salute? Per molti la verità è nel mezzo. I crudisti che hanno sperimentato il raw food sostengono che una dieta costituita principalmente da alimenti vegetali crudi, porta ad un corpo più snello, ad pelle più chiara, e soprattutto molta più energia, inoltre sostengono che riduce il rischio di malattie, fino ad annullarle, infatti nel mondo animale allo stato selvatico, le malattie sono quasi inesistenti.

Ma che cosa è una dieta di cibi crudi? Chiunque può diventare un raw foodist? Continua a leggere per avere alcune risposte.

Che cosa è una dieta Raw Food?

Il principio fondamentale che sta dietro il raw food, chiamato in Italia crudismo, è che i cibi vegetali nel loro stato più naturale - crudo e non trasformati - sono anche più salutari per il corpo. La dieta cibi crudi è una scelta di vita. Non è un piano di perdita di peso.  

L'aderenza a una dieta di cibi crudi non è facile, soprattutto all’inizio. La maggior parte di chi pratica il raw food, all’inizio spende un sacco di tempo in cucina per imparare le nuove ricette e ricreare la propria cultra culinaria. I principali ingredienti della dieta raw food sono:

  • alghe marine
  • germogli
  • semi oleosi
  • verdura
  • frutta
  • burri e oli vegetali
  • frutta secca oleosa
  • frutta disidratata

La carne, il pesce, gli zuccheri raffinati, e la caffeina sono tabù, almeno per chi segue la dieta crudista vegan.

Come preparare i pasti crudisti?

I Crudisti non cucinano con una stufa tradizionale o con il forno. Usano disidratatori alimentari che preparano molte ricette differenti. Usano i centrifugatori, i frullatori, il frigo, mescolano, marinano, tagliano… internet è ormai pieno di tante idee per fare ricette belle e gustose. Tutto rigorosamente crudo, perché tutte le ricerche, su questo non ci sono contrasti, dicono che molti enzimi e vitamine fondamentali, si perdono con la cottura, sopra a circa 50° (dipende dall’alimento e dal tipo di enzima o vitamina).

Raw vs cotto

La letteratura medica sulla dieta cibi crudi è scarsa. La ricerca tende a concentrarsi sul vegetarismo e veganismo ed i benefici per la salute di una dieta a base di vegetali, tra cui è certa la diminuzione del colesterolo e livelli di glucosio migliori.

Uno studio ha dimostrato che mangiare crudo, in particolare le verdure crocifere (come cavoli, cavolini di Bruxelles, broccoli), riduce il rischio di cancro alla vescica. I ricercatori hanno osservato che la cottura delle verdure crocifere li priva dei loro isotiocianati, agenti che alterano le proteine ​​nelle cellule tumorali. Hanno scoperto che anche un paio di porzioni al mese di crucifere crude già riduce il rischio.

Un altro studio di circa 50 studi medici che hanno dibattuto sul crudo rispetto cotto ha dimostrato che mangiare verdura cruda aiuta a ridurre il rischio di infezioni orali, faringee, laringee, cancro all’esofageo e al gastrico.

Però tutti gli studi tendono ad evidenziare che il cibo non deve essere contaminato, altrimenti diventa quasi meglio la cottura che distrugge il bene ed il male, quindi il consiglio di tutti è sempre quello di scegliere cibo crudo biologico.

la dieta Raw Food è sana?

Il verdetto sul fatto che le diete alimentari sono sane al 100% è mista.

I ricercatori che hanno studiato l'impatto di una dieta di cibi crudi ed hanno trovato, al contrario di gran parte della popolazione onnivora che li ha alti, che i partecipanti avevano il colesterolo ed i trigliceridi bassi ed avevano anche una carenza di vitamina B12. Questa vitamina che è presente negli animali e solo in alcuni vegetali come le alghe. Ma viene sottolineato che rispetto alla media, chi segue questa dieta è generalmente più sano.

Uno studio tedesco di crudisti a lungo termine ha dimostrato che tutti avevano ottimi livelli di vitamina A, di  carotenoidi e quindi alta protezione contro le malattie croniche. Tuttavia, i partecipanti allo studio avevano inferiori alla media i livelli di licopene che però si trova solo in tutta la frutta rossa.

Si presupponeva che i crudisti avessero una ridotta massa ossea, ma i ricercatori hanno concluso che i crudisti studiati avevano "una buona qualità ossea".

Infine, un altro studio ha dimostrato che una dieta di cibi crudi può interrompere il ciclo mestruale, questo sembra per molti studiosi, la certezza che l’uomo sia nato per mangiare crudo, in quando è l’unico animale ad avere il ciclo mestruale (che non è da confondere con la fertilità che resta tale), il ciclo arriva a volte anche a cani e gatti che sono vicino all’uomo.

Ci sarebbe ancora molto da dire, ma speriamo che con questo articolo il più possibile trasparente, ognuno possa accrescere la propria conoscenza del raw food e cosa dicono le ricerche in merito, allo stesso tempo, solo provando su se stessi si può comprendere chi ha ragione!

Lo staff di Cibocrudo.com

Commenti

Accedi per commentare.