Erbe aromatiche: perché non puoi farne a meno!

Data pubblicazione: 24/02/2015


Che cosa pensi quando ti metti a cucinare? Primo che quello che mangerai e che preparerai per gli altri, deve essere sano. Secondo, che deve essere buono e magari anche un po’ stimolante dal punto di vista dei sapori, avere quel ‘non so che’ che lo renda particolare.
Un ottimo modo per unire queste due esigenze è quello di utilizzare le erbe aromatiche: ce ne sono davvero tantissime e con un tocco sono in grado di elevare la qualità della tua cucina, soprattutto dal punto di vista del gusto.
A volte si tende a pensare che, non ricorrendo a condimenti, oltre che ovviamente ad ingredienti, di origine animale, la cucina vegana sia priva di gusto. Ancor di più, se si parla di crudismo e quindi si va ad eliminare anche l’elemento cottura.
Ci sono tanti motivi per cui questa conclusione è errata e ne abbiamo spesso parlato. Tra questi vi è proprio la capacità di usare le spezie e le erbe aromatiche e ancor prima la loro conoscenza: zero calorie, zero impatto sul nostro organismo, zero tossine, che fanno da contraltare ad un’esaltazione dei sapori!
Non dimentichiamoci poi che gran parte delle erbe aromatiche e delle spezie hanno anche dei poteri medicali e dunque mentre riempiono di gusto i nostri piatti, ci aiutano anche a mantenerci in salute.
Ecco qui allora alcune delle erbe aromatiche che non dovrebbero mancare nella tua cucina:
- aneto: stimola l'appetito, favorisce la digestione, è antifermentativo; ottimo nelle insalate;
- Basilico: digestivo ed antispasmodico, è ricco di oli essenziali importanti;
- coriandolo: originario dell'Europa meridionale e del medio Oriente, ha un effetto stomachico, carminativo, stimolante, antifermentativo ed eupeptico. Si abbina perfettamente a cavoli, crauti e legumi;
- dragoncello: ha un effetto stomachico e digestivo; si usa per insaporire insalate, salse e per aromatizzare l'aceto;
- Erba Cipollina: ha un effetto depurativo e diuretico ed è adatto a chi non tollera l'Aglio;
- alloro: è aromatizzante, aperitivo ed antispasmodico;
- menta: può essere di differenti varietà, ma le più pregiate sono la piperita, l'acquatica, la spicata; stimola la secrezione gastrica, è digestiva ed antitossica; può essere utile per la preparazione di bevande dissetanti;
- origano e Maggiorana: sono entrambi stimolanti la digestione, antispasmodici, antifermentativi, tonico-digestivi, favoriscono il sonno e combattono i disturbi gastro-intestinali; si abbina perfettamente alla melanzana;
- pepe: è diuretico e stimola la produzione di succhi gastrici; il pepe bianco si ottiene eliminando la buccia scura del frutto prima dell'essiccazione, mentre la varietà rossa è il frutto di un arbusto del sud America;
- Rosmarino: ha effetto digestivo e stimola il fegato;
- Salvia: è aromatica, eccita la secrezione gastrica, protegge il fegato, è balsamica e stimolante.
- timo: ha un effetto digestivo, depurativo, balsamico, antisettico e stimolante.

Commenti

Accedi per commentare.