Proprietà antinfiammatorie e antiossidanti: grazie mirtillo!

Data pubblicazione: 21/07/2015


Le varietà di Mirtillo presenti in natura sono diverse, ma sicuramente quello nero presenta livelli di complessità strutturale maggiori e dunque è il più completo.

Giugno, luglio, agosto e settembre sono i mesi nei quali si possono trovare i Mirtilli freschi, ma possiamo averli a disposizione secchi tutto l’anno.
I nostri Mirtilli Neri vengono essiccati in modo naturale, sfruttando le correnti di aria calda. Una volta raccolti, vengono selezionati e lavati in acqua corrente. Quelli ritenuti idonei a passare allo step successivo, quello dell’essiccazione, vengono disposti in strati sottili e, se necessario, trasferiti al coperto per essere protetti da ogni tipo di intemperie.

Tutti gli studi scientifici compiuti sul Mirtillo Nero dimostrano la sua capacità di rallentare l’invecchiamento cellulare. E’ dunque un potente antiossidante e aiuta a prevenzione le infezioni, sviluppando anche una buona azione antinfiammatoria.

Molto buono è anche il suo impatto sulla vista, specie se si hanno già o potenzialmente si potrebbero avere problemi legati al diabete come retinopatia, glaucoma o cataratta.

I mirtilli secchi sono stati utilizzati in passato anche per alleviare i sintomi della diarrea ed in generale per aiutare a debellare problematiche legate alla mucosa intestinale e dello stomaco piuttosto che infiammazioni gengivali, della bocca e della gola.

Recenti studi in laboratorio hanno inoltre dimostrato che il Mirtillo Nero Secco è in grado di ridurre notevolmente l'ossidazione delle LDL.

Altri importanti studi clinici dimostrano poi che gli antocianosidi del mirtillo nero secco riducono i danni ai capillari della retina in modo statisticamente significativo rispetto al placebo in pazienti che soffrono di retinopatia ipertensiva e/o diabetica.
Perché avere sempre a disposizione una scorta di mirtilli?
Perché:
- hanno un forte potere antiossidante
- combattono l’invecchiamento cellulare
- hanno proprietà antisettiche
- alleviano i sintomi della diarrea acuta
- hanno forti proprietà astringenti
- sono dei potenti antinfiammatori
- regolano il flusso intestinale
- proteggono il fegato
- realizzano un’azione antisettica
- sono consigliati come coadiuvanti nel trattamento delle malattie legate al diabete
- aiutano a combattere l’ipertensione
- hanno un effetto positivo sulla vista
- sono un valido apporto nella cura delle retinopatie
- aiutano nella prevenzione di batteri che minacciano la parete della vescia e del tratto urinario
- combattono i radicali liberi
- aiutano a migliorare la circolazione
- combattono le infiammazioni gengivali, della bocca e della gola
- mantengono elastici e forti i tessuti capillari
- rafforzano le pareti dello stomaco proteggendolo dalle ulcere gastriche
- hanno effetti benefici sulla pelle e sulla struttura ossea
- aiutano a combattere la stanchezza cronica
 

Commenti

Accedi per commentare.