Miracolosi per gli Aztechi

Data pubblicazione: 15/12/2016


aztechi

 

La storia dell’uomo è indissolubilmente intrecciata a quella di ciò che mangia. Se ripercorri mentalmente le tue nozioni anche scolastiche, ti ritroverai a scoprire che in realtà sai molte cose su che cosa mangiavano nel passato, quali abitudini alimentari avevano, in che modo coltivavano. Questo perché non possiamo vivere senza mangiare e anzi, spesso, le popolazioni nomadi finivano con l’insediarsi in una determinata zona proprio in nome della capacità di quel territorio di dar loro sostentamento.

Certo, oggi tutto questo ci sembra quasi assurdo: noi accendiamo il pc ed ordiniamo quello che vogliamo da qualsiasi parte del mondo o molto più semplicemente scendiamo nel negozio sotto casa e troviamo quello che ci serve. Se da un lato dunque è tutto migliorato, dall’altro questo ci ha portato a conoscere molto meno di ciò che mangiamo: sappiamo se ci piace o no e spesso questo è tutto!

Non è proprio così corretto pero, lo sai? Sapere quello che si mangia è importante!
E allora, facciamo un salto indietro di qualche secolo per scoprire perché aggiungere i Semi di Chia alla tua alimentazione può essere così tanto importante!

I Semi di Chia erano fondamentali nell’alimentazione delle popolazioni Inca, Maya e Azteche soprattutto, così tanto apprezzati da assumere quasi una connotazione magica! Pensa che veniva offerti in tributo agli Dei durante i riti: questo ti da un peso di quanto fossero preziosi per queste popolazioni! In lingua atzeca i Semi di Chia sono i semi della forza; i guerrieri non partivano mai per la battaglia senza portare con sé una scorta di questi preziosi alleati.
Ma, quanto c’è di vero? Quanto è labile il confine tra potere immaginario e realtà?
Beh, nel caso dei Semi di Chia, la ricerca scientifica moderna ha confermato la ricchezza degli attivi e le loro proprietà benefiche.
La maggior parte delle ricerche - come queste due che puoi usare come approfondimento di ciò che stiamo per dirti https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27876342 e https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27522963 - si è concentrata sullo studio degli effetti benefici degli Omega 3, presenti in misura interessante: hanno effetti positivi sulla rigidità arteriosa ed in genere sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari e impediscono lo sviluppo dell’arteriosclerosi intracranica.
Dal punto di vista strettamente nutrizionale, la cosa da notare è che in questi piccoli semi sono contenuti Sali Minerali, Vitamine, Aminoacidi ed Acidi Grassi: insomma, possiamo dire che gli Aztechi avevano ragione a tenerseli molto cari!

Commenti

Accedi per commentare.