Amaranto, Conosciamolo Meglio!

Data pubblicazione: 06/11/2017


cibocrudo

Tutte le ricerche scientifiche del mondo potrebbero non bastare a convincere i soliti scettici. Ma c’è qualcosa che non fallisce mai: l’esperienza ed il racconto della propria esperienza.

Come se sentirci dire qualcosa da amici, parenti o comunque persone di cui ci fidiamo avesse più valore di qualsiasi dato alla mano.

Spero ormai di aver conquistato la tua fiducia...se leggi questa newsletter significa che conosci il lavoro che CiboCrudo fa ormai da anni non solo per proporti i migliori cibi crudi al mondo, ma anche per darti tutte le notizie, informazioni, consigli che ti possano servire.

E allora ecco qui la mia esperienza: scegliere cereali senza glutine migliora l’esperienza alimentare tantissimo, anche perché ti evita quei piccoli problemi anche solo di leggera sensibilità al glutine che ormai sono all’ordine del giorno. E non credere che optare per questa scelta ti privi di tante alternative: in realtà sono molti i cereali integrali naturalmente privi di glutine e anche le relative farine a tua disposizione!

Amaranto e Quinoa non mancano mai nella mia cucina: io e la mia famiglia ne andiamo matti! Anche perché nel tempo ho imparato a realizzare tantissime ricette con questi due ingredienti e ad accontentare i gusti di tutti quanti.
Proprio a questi due cereali voglio allora dedicare un po’ della mia attenzione e del tuo tempo: ci stai a saperne di più?
L’Amaranto è originario dell’America Centrale e del Sud America, in modo particolare i suoi semi fanno parte da sempre della tradizione Messicana e deli Usa. Attualmente però vengono coltivati anche da noi in Europa, in Polonia ed Austria, ed in India: una diffusione che praticamente interessa tutto il mondo!
Dopo una serie di ricerche attente e dopo aver contattato e vagliato tantissimi produttori candidati, noi abbiamo optato per l’Amaranto di origini indiane perché qui abbiamo trovato quello che volevamo: un prodotto coltivato in regime biologico, con la massima attenzione a preservare la naturalità del prodotto, senza l’uso di alcun componente chimico e soprattutto crudo, tanto che sulla confezione troverai apposto il marchio Crudo Garantito.
Dalla macina a basse temperature dell’Amaranto, si ricava poi la Farina di Amaranto, altro prodotto che ti consiglio di provare perché può davvero dare una svolta al tuo modo di cucinare.
Che cosa posso dirti in merito all’Amaranto per farti comprendere perché dovrebbe avere un posto nella tua dispensa?
Beh, hai idea di quanti benefici i suoi attivi siano in grado di apportare al tuo organismo? La mia esperienza in questo caso non basta: io so perché l’ho sperimentato su di me, ma voglio darti delle prove che siano inconfutabili e quindi...ricorro alla scienza!
All’interno dell’Amaranto sono presenti degli elementi, i fitosteroli che sono al centro di diversi studi, uno dei quali (1*) conferma la loro capacità di ridurre l’assorbimento del colesterolo ed aiutare nella prevenzione dell’arteriosclerosi.

Diversi studi (2*) hanno poi indagato il potere antiossidante delle differenti varietà di Semi di Amaranto, segno della loro importanza anche da questo punto di vista.
Secondo me, per capire se le mie sono solo parole o realtà, dovresti provare. Se vuoi, nella sezione del sito dedicata alle ricette, trovi anche qualche spunto facile e gustoso!


 

1* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22535758
2* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17711088

 

 

Commenti

Accedi per commentare