Frutta Secca Oleosa: la Tua Preferita Qual è?

Data pubblicazione: 20/11/2017


cibocrudo

Quando le alternative sono molte e tutte di grandissima qualità – sia per gusto che per attivi – la scelta si fa davvero difficile!

Non so se in questo modo ti aiuteremo a prendere una decisione o al contrario ti “costringeremo” a fare incetta di Frutta Secca oleosa, ma proviamo a vedere insieme le caratteristiche di alcune tipologie di questo regalo della Natura per capire su quale orientarci!

Partiamo dal classico: Mandorle, amore mio! Ma attenzione, non sono tutte uguali. La prima scelta che puoi fare è di pura comodità: le preferisci già sgusciate o ti piace prendere quello strano arnese e togliere tu il guscio? Quale che sia la tua volontà, sai che sul nostro sito puoi trovarle di entrambe le tipologie, tanto per non sbagliare!

Altra scelta alla quale ti mettiamo davanti è se andare sulla “classica” Mandorla di Sicilia oppure regalarti il gusto della Pizzuta d’Avola. In quanto ad attivi e benefici ad essi collegati, siamo più o meno sullo stesso piano. Come sai infatti, tra gli attivi che le Mandorle ti regalano ce ne sono alcuni che la scienza (1*) annovera tra quelli in grado di aiutare a mantenere livelli di colesterolo corretti. Tu vai in palestra o pratichi sport? Bene, sappi allora che come spuntino perfetto possiamo consigliarti proprio le Mandorle! Ed è ancora una volta una ricerca scientifica (2*) a confermarlo, consigliandole a chi effettua allenamenti intensivi o attraversa un periodo di deficit fisico, perché alimento completo che andrebbe integrato nell'alimentazione sia come spuntino che come ingrediente gustoso a completamento dei pasti.
Impazzisci per gli Anacardi? Sarai allora contentissimo di sapere che abbiamo una bella e grande sorpresa per te: puoi portarti a casa gli Anacardi Giganti! Gusto raddoppiato, una vera e propria esplosione in bocca, con la sicurezza di avere una qualità eccellente: praticamente, la perfezione!

Per ottenerla, devi sapere che il lavoro alle spalle è veramente lungo e duro e per questo abbiamo cercato parecchio prima di trovare il fornitore che faceva al caso nostro. La lavorazione del seme dell’Anacardio infatti è molto complicata e impegnativa per la tossicità del guscio esterno, tanto che di solito alla fine del processo di lavorazione solo il 10% degli Anacardi risulta commestibile e commerciabile. Privare l’Anacardio del mallo, cioè del guscio, è un processo che di solito si fa scottandolo in olio o a vapore a temperature molto alte. Così però, come ti abbiamo detto ormai più volte, si condannano i nutrienti ad andare persi. Noi abbiamo trovato un produttore che lavora in modo molto differente, esponendo il guscio ad essiccazione naturale, al sole, per un periodo di tempo ovviamente molto più lungo. Così però siamo sicuri che si mantenga assolutamente integro il frutto dell'anacardio, permettendoti di gustarne a pieno sapore e proprietà degli attivi.
Vogliamo parlare poi del mondo delle Noci? Qui ti si apre un vero e proprio universo di alternative! Abbiamo da proporti le Noci Pecan, le Noci di Macadamia, le Noci Brasiliane o dell’Amazzonia, oltre ovviamente alle classiche. Qui la differenza la fa più che altro il tuo gusto perché in quanto a proprietà degli attivi, come ti muovi scegli bene! Molti studi scientifici, che troverai elencati a seguire, identificano infatti nelle noci la presenza di princìpi attivi che svolgono un ruolo antiossidante (3*) (4*) (5*) (6*), ma anche preventivo di patologie neurodegenerative (7*) (8*) e dell’ipertensione (9*).

 

1* https://www.foodonline.com/doc/almonds-recommended-0001
2* http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22296169
3* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28401378
4* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27679440

5* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25264855

6* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25265339
7* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25944473

8* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24500933
9* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27653214

Commenti

Accedi per commentare