Curcuma - La Spezia Gialla

Data pubblicazione: 19/03/2018


cibocrudo

Dandoti questo riferimento al colore, è già come se ti avessimo svelato di che cosa stiamo per parlarti.
Il giallo è il colore a cui immediatamente viene affiancata la Curcuma, anche se in realtà la tonalità vira più verso un arancione vivace.

Per lo meno quella della Curcuma by CiboCrudo che è stata ottenuta facendo attenzione a non superare mai, in ogni lavorazione, la temperatura di 42°.

Ormai avrai imparato a memoria che, oltre questo livello, inizia la “distruzione di massa” degli attivi, messi a dura prova dal calore eccessivo.

Dunque, un cibo lavorato ad alte temperature, non è assolutamente lo stesso di quello crudo: cambia spesso nel gusto ma soprattutto nel suo comparto nutritivo.

Devi però sapere anche che effettuare lavorazioni troppo invasive, va a modificare anche l’aspetto del cibo così come si trova in Natura.

Il motivo per cui noi cerchiamo produttori che adoperino tecniche il più possibile artigianali e tradizionali e che lavorino a temperature basse è anche questo: vogliamo mantenere il cibo integro, sotto tuti gli aspetti.

Ecco allora che guardando ed odorando la nostra Curcuma puoi essere sicuro che è rimasta così come la Natura vuole: l’odore intenso ed il colore vivace ne sono la prova!

Ora parliamo un po’ delle proprietà. Perché ok utilizzarla nelle ricette per dare quel tocco di Orientale che fa sempre chic, ma è importante anche sapere che cosa stiamo mangiando, non credi.

La ricerca scientifica si è molto occupata della Curcuma, proprio perché negli ultimi anni è balzata agli onori della cronaca e ora possiamo trovarla anche in quelle cucine dove prima si utilizzavano solo Rosmarino, Salvia e al massimo alloro.

La cucina è anche questo: imparare da Paesi lontani, accettare la contaminazione, crescere aprendosi all’altro.

Vitamina C e Curcumina (1*) (2*) presenti in questa spezia sono i due primi elementi dei quali fare una piacevole conoscenza. La loro presenza porta gli studiosi a verificarne le proprietà antiossidanti, molto importanti per il nostro benessere.

Se ti sei tagliato o scottato, potresti addirittura utilizzare la polvere di Curcuma direttamente sulla ferita: il potere cicatrizzante dei suoi attivi è infatti stato verificato da studi scientifici (1*).
Un altro fattore positivo da tenere a mente riguarda l’attività antinfiammatoria degli attivi (3*). Evidenze scientifiche hanno infatti correlato la loro presenza ad un miglioramento delle condizioni delle persone affette da Morbo di Crohn, ma anche dall’artrite.

Insomma, aggiungendo una spolverata di Curcuma ottieni il massimo: gusto e aiuto al tuo benessere!

Non male no?!

 

 

1* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK92752/
2* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28681332
3* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28716085


 

 

Commenti

Accedi per commentare