ARANCIONE + BETACAROTENE =

Data pubblicazione: 16/10/2018

(1)

cibocrudo

Lo sai che ogni colore di frutta e verdura ha un significato?

No, non come quella cosa dei cristalli che se li tieni in mano cambiano calore in base al tuo umore...qualcosa di molto più concreto!

 

Ogni frutta e verdura ha una dominante di colore che dipende dalle sostanze che contiene.

Il rosso implica una forte presenza di licopene.

Il viola di antociani.

Il bianco di quercetina.

 

Tra un po’ intorno a noi inizierà ad essere tutto arancione, visto che sta per arrivare Halloween e allora mi è venuta in mente quest’equazione che mette insieme il colore principale del momento e l’attivo responsabile di questa tonalità in frutta e verdura: il betacarotene!

 

Sì lo so che stai pensando che non ci dormo la notte per fare queste associazioni, ma il rapporto cibo/benessere e quindi attivi che gli alimenti contengono è così tanto parte della mia vita che mi viene naturale...che ne sai, magari diventi anche tu come me ;-)

 

Sai che cos’è il betacarotene e perché è importante?

È la forma più diffusa di carotene in natura. E allora facciamo un piccolo passo indietro e vediamo cos’è il carotene.

È una provitamina contenuta in molti vegetali che appunto conferisce loro il colore arancione.

Il betacarotene è uno dei carotenoidi che si formano a partire dal carotene ed è precursore della vitamina A, cioè aiuta la sua formazione.

 

La proprietà più importante che moltissime ricerche scientifiche attribuiscono al betacarotene è la sua capacità di combattere lo stress ossidativo e di avere quindi un’azione antiossidante.

Capisci quindi che farne una scorta è qualcosa di molto positivo per te.

 

Io credo che gli integratori che puoi trovare in farmacia o in erboristeria dovrebbero essere un po’ l’ultima spiaggia: comunque sono il prodotto di una sintesi più o meno chimica e quindi tendo a non prenderli troppo in considerazione.

 

Al contrario, la natura ci mette a disposizione un sacco di cibi che contengono betacarotene e che quindi possono darci un apporto importante.

 

Te ne cito qualcuno, ovviamente tutti arancioni!

 

  • Carota
  • Zucca
  • Melone
  • Peperoni
  • Pesche
  • Albicocche


Vista la stagione, puoi mangiarti fresche la carota, la zucca ed i peperoni; per le altre devi ricorrere a quelle essiccate: ovviamente controlla che siano essiccate a basse temperature, sotto i 42° altrimenti è inutile perché non ci troverai più gli attivi!

 

Commenti

Manuela Maddalena
Grazie per le vostre utili informazioni ne faccio sempre tesoro!

Accedi per commentare