La vitamina D: una freccia contro la sclerosi multipla

Data pubblicazione: 01/04/2014


Tra le tante malattie neurodegenerative che possono purtroppo colpirci, sicuramente una delle più temute è la sclerosi multipla: una malattia autoimmune cronica demielinizzante, che colpisce il sistema nervoso centrale e che può nei casi più gravi portare fino alla disabilità motoria e cognitiva.
In parallelo ai protocolli classici della medicina, tante altre ricerche sono state portate avanti in tutto il mondo per cercare di capire come lottare contro questa pericolosa nemica. Il nostro amico Andrea Conti, ci propone all’interno del suo blog un articolo molto interessante sugli effetti rilevanti della vitamina D nella cura della sclerosi multipla. Nel suo approfondimento si parte dagli studi portati avanti dal neurologo brasiliano  Dott. Cicero Galli Coimbra che analizzando una casistica di 1500 pazienti con Sclerosi Multipla (S M) trattati con Vit D raccoglie dati significativi: le TAC e le analisi condotte dimostrano che il 95% di loro ha avuto miglioramenti. Nell’articolo di Andrea – che ti invitiamo a leggere http://contiandrea.wordpress.com/2014/03/30/vitamina-d-per-combattere-la-sclerosi-multilpa/ - si pone l’accento soprattutto sull’importanza dei raggi UVB e dunque su una corretta esposizione al sole, fonte di cibo elettivo che favorisce la produzione di vitamina D all’interno del nostro corpo.
Ma oltre al cibo elettivo, noi possiamo fare qualcosa per aumentare i livelli di vitamina D all’interno del nostro corpo già partendo dall’alimentazione. Lo sai quali sono i cibi maggiormente ricchi di vitamina D? Sicuramente Frutta Secca, alcune verdure e legumi ed in particolare: Rucola, Mandorle, Noci, Nocciole, cavoli, rape, verze, broccoli, fagioli e spinaci.
Cerca di inserire una quantità importante di questi alimenti nella tua dieta giornaliera perché il benessere, proprio come la felicità, è un esercizio quotidiano!
 

Commenti

Accedi per commentare.