4.9 /5
3675 RECENSIONI
Per informazioni
0774 790 100
Spedizione 7.90 € Gratuita da 59 €
Reso Rapido e sempre Gratuito
Ordina entro minuti
per avere la consegna
Alimenti e Superfood più nutrienti
perchè lavorati a basse temperature
Ciao,
Accedi
(0)

Il tuo carrello è vuoto

Come sopravvivere alle feste?

share listen on itunes listen on soundcloud listen on spotify listen on spreaker listen on youtube listen on google podcast listen on google tuinein
share facebook tweeter whatsapp rss gmail
listen on itunes listen on soundcloud listen on spotify listen on spreaker listen on youtube listen on google podcast listen on google tuinein
Come sopravvivere alle feste?
 
Il Natale si sa è la festa per antonomasia da dedicare alla famiglia, da trascorrere nel caldo tepore della casa, in compagnia delle persone care, shopping, caminetto acceso e presepe, albero con luci, chiacchierando e giocando e …. mangiando!
Le feste natalizie sono soprattutto il miglior modo per aumentare notevolmente la propria massa corporea.
Così succede che al termine delle feste invece di sentirci riposati e rilassati per iniziare con vitalità il nuovo anno spesso ci sentiamo ancor più affaticati e appesantiti. Perché chi più chi meno in questi giorni di festa si mangia di più! e poi ci ritroviamo a pagarne le conseguenze.
Quindi oggi voglio darvi dei consigli su come: sopravvivere alle feste!!!

Primo consiglio: “giochiamo d’anticipo”!
Sapendo che ci si siede a mangiare il 24 e ci si alza il 6 gennaio (a Napoli è così) già dai primi di dicembre aumentiamo la percentuale delle verdure crude nella nostra giornata, impariamo a bere l’erba di grano e estratti di frutta e verdura, alcalinizziamoci.
 
Secondo consiglio: Raddoppiamo il nostro abbonamento in palestra!
Al contrario dei luoghi comuni per cui tutti il mese di dicembre\gennaio evitano di entrare in palestra perché presi dai preparativi in vista del Natale, noi ci dobbiamo imporre di andare, anzi andiamoci di più!
 
Terzo consiglio: Proposte “operative”
Proponiamo un Natale austero in linea con la politica italiana!
Proponiamo di sostituire i dolci con una marea di frutta fresca! O se proprio non riusciamo a farci appoggiare, compriamo pochi dolci, ma di qualità e possibilmente senza zucchero!
Ricordiamo a tutte le persone con le quali trascorreremo il Natale che le feste di Natale e fine anno non significano “abbuffatevi e date sfogo, mangiando di tutto”. Ovvio che questo non significa neanche “pranzare con pane e acqua”, ma preparare un menù con largo anticipo scrivendo tutto con carta e penna, in linea con le feste ma cercando di restare il più possibili soft! Può essere un buon escamotage per non esagerare.
Rinuncia agli intingoli e ai cibi troppo conditi, dove poi ci andiamo a tuffare pure una bella fetta di pane!
Prendiamo le distanze dagli avanzi, che sono una categoria subdola, che minaccia la nostra linea. Se si invita per il cenone o si viene invitati, il consiglio è di regalare agli invitati quello che avanza, o se invece siete invitati, evitate di prendere qualsiasi cosa, almeno non prolungherete la tentazione!

Quarto consiglio: mai saltare i pasti!
Nei giorni caldi delle feste, la cosa più sbagliata è di saltare i pasti.
Sapendo cosa ci aspetta a tavola, non andiamo tipo al cenone del 24 avendo saltato il pranzo. Poi ci verrà automatico mangiare di più a cena. Invece se mangiamo il nostro pranzo sano e leggero, facciamo merenda con frutta e prima di presentarci a cena ci mangiamo un bel pinzimonio di verdure crude di sicuro eviteremo spiacevoli eccessi.
 
Quinto consiglio: iniziare il pasto con verdure crude!
Questo è un consiglio che vale per tutto l’anno ma in questo periodo deve essere un comandamento forse anche imperativo: iniziate ogni pasto con una buona dose di verdure crude!
Fare il pieno di una ricca ciotola d’insalata verde prima del pasto vi aiuterà a sentirvi subito sazi e a contenere le porzioni del resto della cena.
 
E per finire...
Litighiamo con gli amici, che ogni anno ci regalano piatti tipici natalizi da ogni parte d’Italia e non solo, solo perché non sapevano cos’altro regalare, poi ci rifacciamo pace il 7 gennaio. Oppure gli diciamo cosa potrebbe servirci!
Stessa cosa anche con la Mamma, zia e nonna che perennemente ci vedono sciupati...un’idea potrebbe essere fingere di aver cambiato religione, motivo per cui non puoi partecipare al pranzo di Natale.
Scherzi a parte, cerca di non abbandonare le buone abitudini conquistate faticosamente sino ad ora.