Raw Sushi Sweet & Crunchy

Un dolce davvero bello a vedersi ma soprattutto buono e sano!

Difficoltà:

Vuoi acquistare gli ingredienti CiboCrudo per fare questa ricetta?
Mettili nel carrello con un click!

Vuoi comprare gli ingredienti CiboCrudo per fare questa ricetta? Mettili nel carrello con un click!

Riepilogo ingredienti:

  • -
    Bacche di Goji Crude Premium Quality Bio 125g - Goji Berries Raw Organic - Lycium Barbarum
  • -
    Datteri Denocciolati Bio 250g - Pitted Dates Organic-
  • -
    Mandorle Crude Sgusciate di Sicilia Sgusciate Bio Raw Organic 500g
  • -
    Nocciola Cruda Bio Raw Organic 250g
Ingredienti aggiunti al carrello!

Ingredienti - Ricetta:

100 gr Semi di lino 50gr Mandorle 50gr Nocciole 1 manciata Bacche goji 6 Datteri 10 cucchiai Pasta di datteri

Preparazione: Raw Sushi Sweet & Crunchy

Pasta di datteri

Ammollare per una notte 500gr di Datteri con o senza nocciolo. Se con nocciolo, denocciolateli dopo l’ammollo (risulterà più facile).

Scolare l’acqua di ammollo, pesarla e compensarla con acqua naturale fino a raggiungere 300ml.

Unire in un blender, robot o minipimer datteri ed acqua e frullare, fino a raggiungere la consistenza di una crema.

La pasta di datteri potete conservarla in frigo in un barattolo di vetro fino a 2 settimane.

 

Sushi Dolce

Ammollare per una notte i semi di lino e unire il mattino successivo gli stessi a mandorle, nocciole, bacche goji, datteri e pasta di datteri.

Non Vi riporto le quantità, gestite in autonomia la pasta di datteri per raggiungere la dolcezza che preferite.

Essiccare con programma P3 (crudista) per 15h.

Passate le 15h, verificate la compattezza della base…Se riuscite a staccarla iniziate a intagliare aiutandovi con le forbici delle striscioline di 3 massimo 3,5cm.

Tali striscioline devono essere modellate tipo cannolo. Usate le dita, un cilindro per cannoli…o quello che Vi torna più utile.

La parte del composto umida và posta all’esterno, pressando la congiunzione dei due lembi per unirle e formare il cilindro.

Adesso riessiccate sempre con lo stesso programma avendo cura di spostare di tanto in tanto (diciamo ogni 6h) i cilindri, in modo che l’aria possa circolare correttamente

e uniformare l’essiccazione. Tale operazione và fatta almeno 3 volte per un totale di altre 18h, ma possono arrivare anche a 24 (in tal caso diventano 4 spostamenti).

Alla fine avrete i Vostri bei cilindri. Con l’ausilio di una sac à poche riempite i cilindri con la pasta di datteri e guarnite in cima con una mandorla spellata.

 

…e buon appetito

Paolo Favullo

Commenti:

Accedi per commentare