Come si crea la più grande ed inutile industria del cibo al mondo

Data pubblicazione: 26/02/2019


Supermercati che straripano di roba.

Montagne di cibo accatastata.

Ristoranti, trattorie, pizzerie, bistrot, agriturismi, bar, paninoteche, gelaterie, pasticcerie,………..

Il cibo, la nostra fonte di vita, quella che è stata sempre la merce rara nell’umanità, oggi è accessibile a tutto il mondo occidentale e non solo, in quantità straripante, ma…

C’è un grande ma, MA MI NUTRE?

Cosa veramente mi nutre? Cosa mi serve da mangiare e stare in forma?

Della montagna di alimenti che ci sono al supermercato, facendosi un giro molto attento, sono inutili il 99% dei prodotti, salvo solo in parte, il reparto del fresco che occupa l’1%.

C’è tutta roba per riempire lo stomaco e la cosa triste è che per riempirlo ci si mette sempre di più, perché è sotto gli occhi di tutti come le persone obese aumentino e non è colpa loro, ma di un sistema che vende merce e non cibo e la sa vendere troppo bene per resistere.

C’è un totale disinteresse al benessere delle persone da parte di chi vende cibo.

Il cibo vero, l’unico valido è quello semplice, i cui ingredienti siano pochissimi o possibilmente mono ingrediente e che potrebbe facilmente riconoscere mia nonna!

Poi oltre a queste caratteristiche essenziali, ce ne devono essere altre che pochi sanno capire:

  • È salutare? Il sale, lo zucchero, la farina bianca ad esempio, sono semplici, mono ingredienti e riconoscibili da mia nonna, ma meglio starne alla larga
  • È di qualità? Come la riconosci la qualità? Hai due opzioni:
  1. Sei esperto e dal gusto riesci a capire che quel determinato prodotto è di qualità
  2. Il prezzo, cioè devi pagare per avere la qualità perché non esiste niente che qualcuno ti possa regalare, perché la beneficienza è sempre più rara! Oppure ti puoi affidare ad un brand che sai che ha tutto l’interesse a vendere solo qualità, come la Apple o la Ferrari che non si rovinano il loro brand per vendere un po’ in più a prezzi bassi
  • È nutriente? Cosa significa? Cioè quel cibo ha un suo valore nutrizionale reale? Oppure è “finto”? qui c’è solo una strada da percorrere, il cibo deve essere trattato il meno possibile, non solo chimicamente e quindi assolutamente mangiare biologico evitando di ingerire insieme al cibo un po’ di spazzatura, ma soprattutto che non sia stato trattato neanche termicamente e quindi è più nutriente soprattutto per quel che riguarda quei micronutrienti di cui i cibi attuali sono così poveri che abbiamo creato una delle più grandi industrie del mondo: gli integratori!

Senza demonizzarli in generale, ma il 98% sono inutili eppure il mondo li adora sempre di più, spinti dalla paura che potremmo stare senza quella vitamina, quel sale minerale o mille altri accidenti che ti ammazzano.

3 miliardi di euro spesi per gli integratori solo in Italia che non servono a niente, oppure c’è qualcuno di voi che sta un sacco meglio da quando ha preso quel particolare integratore?

Come si crea la più grande ed inutile industria del cibo al mondo: Commenti

Accedi per commentare