Chia Pudding con Pesche e Mirtilli Essiccati

Ecco è tornato il caldo soffocante della città! Eh si perché se sei in vacanza, non lo senti come quando sei in città; ha tutto un’altro sapore (calore) il caldo!!

Difficoltà:
Tempo Preparazione:
Tempo Extra: - Ammollare gli Anacardi per 2 ore
Tempo Totale:
Dosi (persone): 1

Ingredienti - Ricetta:

  • 2 Cucchiai di Semi di Chia
    • 1 Pesca Noce
      • 2 Cucchiaini di Mirtilli Essiccati Messi Reidratare per 30 Minuti
        • 1 Presa di Cannella
          • 1 Presa di Vaniglia
            • 2 Cucchiaini di Succo d’ Agave
              • Per la Crema di Anacardi
                • 1 Tazza di Anacardi Precedentemente Ammollati per 2 Ore
                  • 1 Tazza di Acqua

                    Preparazione: Chia Pudding con Pesche e Mirtilli Essiccati

                    PROCEDIMENTO
                     
                    Prima di tutto metto in ammollo gli anacardi. Passato il tempo di ammollo li sciacquo bene e li lascio asciugare un po’. Metto poi gli anacardi e l’acqua nel boccale del frullatore, e frullo fino ad ottenere una crema fluida che metterò poi in frigo dentro ad un contenitore ermetico per 30 minuti.
                     
                    Metto in ammollo i mirtilli e li lascio riposare per 30 minuti
                     
                    Per preparare il pudding di semi di chia: in una ciotola verso i semi, aggiungo poi 4 cucchiai di crema di anacardi, la cannella, la vaniglia e il succo di agave. Mescolo bene in modo da far incorporare i semi di chia nella crema e lascio riposare dai 5 ai 10 minuti.
                     
                    Nel frattempo  preparo la pesca tagliandola a pezzettoni e scolo i mirtilli. Una volta pronto il pudding, e lo noterete perché i semi di chia si gonfiano, prendete un bicchiere o una ciotola e fate un primo strato con il pudding, poi coprite con la pesca e dei mirtilli; e proseguite fino all’esaurimento di tutti gli ingredienti.
                     
                    Potete servirlo subito o mangiarlo subito, oppure lo potete mettere in frigorifero e consumarlo più tardi, sempre meglio a temperatura ambiente.
                     
                    Per la crema di anacardi, se vi avanza la potete conservare in frigorifero per una settimana; servirla all’interno di crepes o sopra a delle macedonia di frutta con una spolverata di cacao crudo o cannella.

                    Commenti:

                    Accedi per commentare.