Olio di Girasole

Spremuto a Freddo solo dai Semi Crudo Bio - Raw Organic - 500ml
Olio di Girasole 500ml

Clicca per ingrandire

Olio di Girasole 500ml
(2)

5.0 / 5

: 2
: 0
: 0
: 0
: 0

Formato disponibile

Seleziona la quantità:

Prezzo:

3,80

Disponibilità:

Immediata


Chiedi info su questo prodotto

Olio di Girasole

Crudopedia
by CiboCrudo

Introduzione:

Olio di Girasole: Descrizione Breve

Anche tu avrai assaggiato qualche volta l’Olio di Semi di Girasole, e sicuramente avrai apprezzato la sua delicatezza, quel gusto più leggero che rende questo condimento molto famoso e utilizzato nel mondo. Anche se molto usato per friggere, quest’olio può fornirti molti più preziosi princìpi attivi se utilizzato a crudo, sia per condire le tue insalate che per integrare le tue ricette. È ovvio che per avere queste proprietà occorre scegliere con accortezza l’Olio di Girasole più puro e naturale possibile. Con questo approfondimento ti aiuteremo a conoscere meglio questa tipologia di olio dandoti delle informazioni generiche e specifiche. Parleremo della pianta e dei semi da cui deriva, ti faremo conoscere i benefici e le proprietà dei princìpi attivi dell’Olio di Girasole e i suoi valori nutrizionali; ti spiegheremo perché l’Olio di Girasole spremuto a freddo conserva meglio tutti i suoi nutrienti e ti lasceremo con qualche informazione più leggera. Da tre ricette, che forse non hai mai provato a fare a casa, a delle curiosità che siamo sicuri non conosci.

> Lista Argomenti:

L’Olio di Girasole
Sintesi Proprietà e Benefici dei Princìpi Attivi
Sintesi dei Valori Nutrizionali
Ricerche Scientifiche Utilizzate Come Fonti Specifiche

 

L’Olio di Girasole

Conoscerai sicuramente l’Olio di Girasole, ma grazie a questa prima parte di testo potrai scoprire qualche dettaglio più tecnico ed un accenno alla sua storia. Estratto dai semi di girasole, è un condimento che contiene un alto contenuto di acidi grassi, come vedremo più avanti nella scheda nutrizionale. Qui ti basti sapere che la sua composizione varia in base a diversi fattori: la coltivazione, la raccolta e l’ambiente di produzione. Quest’olio è molto utilizzato in cucina, a volte in sostituzione all’olio di oliva perché più economico e più leggero come sapore. Secondo la classificazione INCI (Nomenclatura Internazionale degli Ingredienti Cosmetici) prende il nome di Helianthus Annuus Seed Oil. 

Sintesi Proprietà e Benefici dei Princìpi Attivi

È molto probabile che tu abbia assaggiato tante volte l’Olio di Girasole senza però chiederti che tipo di benefici i suoi princìpi attivi potessero apportare al tuo corpo. Te le diremo noi con questo approfondimento ed in una sezione apposita. Ora un piccolo accenno che ti farà scoprire che tra le proprietà dei princìpi attivi dell’Olio di Girasole c’è quello di essere un potente antiossidante (*1), come ci spiega una ricerca scientifica contenuta nel database dell’NCBI, di intervenire nel miglioramento della resistenza all’insulina (*2) e di avere degli effetti benefici sul fegato (*3). Ma non è finita qui: l’Olio di Semi di Girasole ha dei princìpi attivi che agiscono sul colesterolo (*4), e influenza la barriera cutanea tanto da dare benefici alla pelle dei neonati nati prematuri (*5). In alcuni casi, i princìpi attivi dell’Olio di Semi di Girasole possono essere anche degli ottimi allergeni (*6), ma questa ricerca che ti invitiamo a consultare ci spiega che, in ogni caso, va compiuta un’analisi specifica e non è possibile generalizzare. Lo vedremo meglio nella sezione dedicata alle proprietà dei princìpi attivi e ti spiegheremo nel dettaglio ogni studio scientifico che attesta queste naturali inclinazioni.

Sintesi dei Valori Nutrizionali

Più avanti ti aspetta l’analisi nutrizionale di questo condimento. Da ora devi sapere che ha un alto contenuto di acidi grassi polinsaturi e di vitamina E. Questa vitamina offre al nostro corpo diversi benefici: da quello antiossidante (*7)(*8), a quello di protezione delle difese immunitarie (*9). La vitamina E è anche un ottimo antinfiammatorio (*10) e influisce sul benessere della pelle (*11).

Ricerche Scientifiche Utilizzate Come Fonti Specifiche

Hai letto queste prime informazioni tecniche? Bene: se hai voglia di approfondire l’argomento puoi consultare le ricerche scientifiche che ci hanno aiutato a scrivere questa prima parte di testo.

*1 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17497036
*2 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20087847
*3 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25393932
*4 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10545672
*5 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12113324
*6 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/3760399
*7 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10714244
*8 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15061748
*9 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10714244
*10 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16011463
*11 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7633944

^ Torna all'inizio del paragrafo Olio di Girasole: Descrizione Breve

 

Approfondimento:

Cos’è l’Olio di Girasole

In questa sezione potrai scoprire diversi dettagli informativi su questa tipologia di olio. Abbiamo pensato di strutturare il testo con alcune informazioni di botanica (dall’habitat alla descrizione della pianta). In questo modo potrai capire meglio da dove arriva l’olio che scegli per i tuoi cibi. Dopo i primi paragrafi potrai conoscere meglio sia le caratteristiche dell’olio sia i suoi vari utilizzi.

> Lista Argomenti:

Etimologia del Termine
Descrizione della Pianta di Girasole
Habitat della Pianta
Un Accenno Storico sull’Olio di Girasole
Caratteristiche dell’Olio di Girasole
Utilizzi dell’Olio di Girasole

 

Etimologia del Termine

Da dove deriva il termine Helianthus Annuus, nome scientifico con cui si classifica la pianta? È l’unione di due parole greche: helios, che significa sole e la parola anthos, che si traduce con fiore. Gli è stato dato questo nome perché la pianta tende a girarsi sempre verso il sole. La seconda parola che classifica dal punto biologico il girasole è annuus e definisce che si tratta di una pianta con un ciclo di vita annuale. La definizione è stata data dal medico e botanico Carlo Linneo, considerato il padre della classificazione degli organismi viventi dal punto di vista scientifico. Oltre al termine scientifico, il nome girasole in italiano si riferisce proprio a questo suo desiderio di girarsi verso il sole.

Descrizione della Pianta di Girasole

Per conoscere in maniera approfondita l’Olio di Girasole Spremuto a freddo dobbiamo darti alcune informazioni importanti sulla pianta da cui deriva. Cercheremo di non annoiarti troppo col darti dettagli tecnici. Abbiamo pensato questa sezione per gli amanti di botanica, più interessati a conoscere come si struttura biologicamente il girasole. Iniziamo subito col dire che il nome scientifico del girasole comune è Helianthus annuus, una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Asteraceae. Con diverse colorazioni nel raggio del fiore, non è semplice dare una classificazione certa di tutte le forme di questa pianta, perché è una specie che si ibrida con altre specie. Ha delle radici secondarie a fittone ed un fusto che arriva anche a due metri di altezza. Essendo una pianta annuale, come tutte le specie con questa caratteristica, la pianta reagisce alla stagione sfavorevole con il seme. Ha poche foglie molto grandi che si trovano nella parte bassa del fusto. La loro forma è triangolare con una base cuoriforme ed un apice acuminato. Le foglie sono ruvide e picciolate: hanno una larghezza di circa 8 cm e una lunghezza di circa 12 cm. Il fiore del girasole viene chiamato infiorescenza a capolino, perché composta da numerosi flosculi (piccoli fiori). Che cosa significa quindi? Ogni flosculo ha un capolino con un peduncolo composto da tante squame che hanno la funzione di proteggerlo. Per aumentare la protezione ci sono anche delle pagliuzze (che formano il cosiddetto “pappo”) che avvolgono i semi su cui poi sono posti i fiori. Questi ultimi possono essere i “fiori dei petali”, ossia i fiori esterni, che hanno un colore giallo o marrone; oppure quelli interni che, invece, prendono il nome di “fiori del disco”. Sono di colore arancio scuro e possono essere anche 150. Che altro dire dei fiori del girasole? Alcuni nomi tecnici aiutano a capire meglio: si tratta di fiori “attinomorfi”, quelli tubulosi e “zigomorfi”, quelli ligulati. Hanno un calice a corolla e sono formati da 4 verticilli, ossia il gineceo, l’androceo, la corolla ed il calice. La fioritura inizia a luglio e va avanti fino a ottobre: quando maturano si trasformano in semi. Questo significa che tutti noi lo chiamiamo seme di girasole, ma in verità si tratta del frutto della pianta. I semi hanno una superficie setosa e un colore che cambia dal nero al grigio. Possono avere delle dimensioni differenti a seconda della pianta e le loro dimensioni sono di circa 15 mm. Un’ultima cosa da dire riguarda la riproduzione del girasole. L’ impollinazione dei fiori avviene grazie agli insetti, chiamata in gergo tecnico impollinazione entomogama. La pianta viene fecondata proprio con l’impollinazione.

Habitat della Pianta

Il girasole ama le coltivazioni umane e quindi, per esempio, gli orti, le aree abbandonate, le scarpate e gli ambienti rurali. Cresce in collina e in montagna fino a 1500 metri sotto il livello del mare. È un fiore che trova le sue origini in America, sia del Nord sia del Sud. Si trova facilmente in Italia, ma per la classificazione naturale della pianta viene considerato un fiore esotico naturalizzato. Lo possiamo ammirare sulle Alpi, in Francia ed in Austria e sui rilievi del Massiccio del Giura e dei Pirenei. 

Un Accenno Storico sull’Olio di Girasole

Sulla storia dell’Olio di Girasole non si hanno tante informazioni. Sappiamo che la sua nascita risale a più di 3000 anni fa e, dopo numerose ricerche, abbiamo scoperto che il girasole fu scoperto in Perù dal conquistatore spagnolo Hernando Pizarro. Fu lui che, in seguito alle colonizzazioni, portò i semi della pianta in Spagna in dono al Re Filippo II. Questa tipologia di olio era la preferita di tanti personaggi famosi del passato: dal Re Sole dell’età vittoriana allo scrittore inglese Oscar Wilde, che lo scelse come simbolo del movimento che aveva fondato. Anche in Italia nel passato era un olio molto amato. Ricordiamo Gabriele D’Annunzio ed Eugenio Montale che ne parlarono spesso nelle loro poesie. 

Caratteristiche dell’Olio di Girasole 

L’Olio di Girasole si ricava dalla spremitura dei semi della pianta, la Helianthus Annuus. Appartenente alla famiglia delle Asteraceae, produce un frutto che ha al suo interno un seme, da cui si ricava l’olio. Il suo colore è sul giallo paglierino, ma se viene raffinato diventa quasi invisibile e con sfumature color ambra. Si compone quasi interamente di grassi monoinsaturi, saturi e polinsaturi che più avanti le ricerche scientifiche che abbiamo consultato, per darti informazioni certe, ci spiegheranno in che modo offrono un beneficio al nostro corpo.

Utilizzi dell’Olio di Girasole

L’uso più comune dell’Olio di Girasole è in cucina, solitamente per friggere, anche se questa è una cosa che non fa parte della cultura di chi, come noi, preferisce cibi crudi; come vedremo però possiamo utilizzarlo anche in ricette che nulla hanno a che fare con la cottura. Il motivo non è solo perché considerato più leggero, ma anche perché offre un sapore più delicato ai piatti. Quest’olio viene utilizzato anche in cosmetica in numerose creme.

^ Torna all'inizio del paragrafo Cos’è l’Olio di Girasole

 

Olio di Girasole: Proprietà e Benefici dei Princìpi Attivi

Sei pronto a scoprire tutte le proprietà dei princìpi attivi dell’Olio di Girasole? Ne abbiamo scelte cinque diverse. Alcune probabilmente le immagini, altre ti stupiranno. In tutti i casi, tieni sempre presente che ogni informazione di questo approfondimento deriva da uno studio approfondito di ricerche scientifiche considerate attendibili e non vuole comunque sostituirsi al parere di un medico. Teniamo troppo all’etica dell’informazione e vogliamo condividerla anche con te.

> Lista Argomenti:

I Princìpi Attivi dell’Olio di Girasole sul Fegato
L’Abbassamento del Colesterolo Grazie ai Princìpi Attivi dell’Olio di Girasole
Il Miglioramento della Resistenza dell’Insulina Grazie Ai Princìpi Attivi del Girasole
Il Potere Antiossidante dei Princìpi Attivi dell’Olio di Girasole
La Cura della Pelle dei Neonati Prematuri con i Princìpi Attivi dell’Olio di Girasole 

 

I Princìpi Attivi dell’Olio di Girasole sul Fegato 

In questa ricerca scientifica (*3) contenuta nel database dell’NCBI, gli studiosi hanno messo a confronto l’olio di palma con l’olio di Girasole per fare degli esami sugli effetti dei princìpi attivi nei riguardi del fegato. L’analisi ha evidenziato che mentre l’olio di palma incide sul metabolismo lipidico del fegato, l’Olio di Semi di Girasole, essendo un olio vegetale altamente insaturo, viene metabolizzato bene nel fegato.

L’Abbassamento del Colesterolo Grazie ai Princìpi Attivi dell’Olio di Girasole

Alcuni studi hanno avuto come oggetto il confronto di diversi oli con alto contenuto di acidi grassi monoinsaturi, tra cui anche l’Olio di Girasole. Una ricerca scientifica (*4) in particolare ha preso in considerazione questa tipologia di olio per paragonarla con gli oli ricchi di polinsaturi e grassi saturi. I diversi rapporti sul colesterolo e sul metabolismo acido biliare, testati su un campione di criceti maschi siriani, ha dato dei risultati molto positivi. Al campione è stata data una dieta contenente il 5% di grassi e 0,2% di colesterolo per 5 settimane. Oli ricchi di grassi monoinsaturi e polinsaturi hanno significativamente abbassato il colesterolo. Le concentrazioni più basse sul colesterolo sono state riscontrate proprio con l’Olio di Girasole (insieme a quello di colza). 

Il Miglioramento della Resistenza dell’Insulina Grazie Ai Princìpi Attivi del Girasole

Questo “potere” naturale deriva proprio dall’assunzione degli acidi grassi liberi. Alcuni ricercatori (*2) hanno studiato gli effetti di iniezioni sottocutanee quotidiane di oli di soia e di girasole in un periodo limitato a 7 giorni. Entrambi i gruppi trattati hanno sviluppato una resistenza all'insulina valutata con un preciso test di tolleranza. Nel complesso lo studio ha raccolto diverse prove sui trattamenti a base di olio, evidenziando che le alterazioni con la sua assunzione con molta probabilità sono dovute all'aumento specifico locale degli acidi grassi saturi.

Il Potere Antiossidante dei Princìpi Attivi dell’Olio di Girasole

Questo condimento così utilizzato in cucina è ricco di composti che sviluppano un’ottima azione antiossidante. Lo sapevi? Ti spieghiamo meglio il perché con una ricerca scientifica (*1), che è stata condotta per determinare gli effetti potenziali di protezione dei princìpi attivi dell'Olio di Girasole nella lesione della mucosa gastrica nel ratto. L’olio è stato somministrato a un campione di ratti per 4 giorni. I risultati hanno mostrato che l'indice di ulcera gastrica è stato significativamente ridotto. Per questo motivo i ricercatori hanno evidenziato come un trattamento preventivo a base di Olio di Semi di Girasole esercitia effetti protettivi sull’ulcera gastrica grazie al potere dei princìpi attivi ed al loro valore antiossidante. I risultati hanno dimostrato che questi effetti protettivi sono mediati, almeno in parte, dalla stimolazione di alcuni importanti enzimi antiossidanti.

La Cura della Pelle dei Neonati Prematuri con I Princìpi Attivi dell’Olio di Girasole

Sappiamo bene che la pelle dei neonati è molto delicata e va trattata con attenzione. Una fonte scientifica (*5) ci ha aiutato a capire che l’Olio di Girasole è una buona terapia topica naturale che può migliorare la funzione della barriera cutanea dei neonati prematuri che hanno la pelle ancora più delicata rispetto ai nati a termine. I ricercatori (*5) hanno determinato l'impatto degli oli sulla funzione di barriera epidermica di un campione di topi, mostrando che una singola applicazione di olio di semi di girasole ha significativamente accelerato il recupero della barriera cutanea entro un’ora dal massaggio cutaneo. L'effetto è stato sostenuto 5 ore dopo l'applicazione.

Ricerche Scientifiche Utilizzate Come Fonti Specifiche

Clicca sul link che ti interessa per leggere tutte le informazioni specifiche sull’Olio di Girasole spremuto a freddo. Ricorda che ogni link rimanda a fonti della Comunità Europea.

*3 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25393932
*4 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10545672
*2 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20087847
*1 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17497036
*5 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12113324

^ Torna all'inizio del paragrafo Lista Argomenti di Olio di Girasole: Proprietà e Benefici dei Princìpi Attivi

 

Olio di Girasole: Valori Nutrizionali e Calorie

Ora che conosci quali sono le proprietà dei princìpi attivi dell’Olio di Girasole, devi completare la tua preparazione sul tema e sapere anche quali valori nutrizionali rendono questo condimento così prezioso e dal sapore delicato.

> Lista Argomenti:

Tabella dei Valori Nutrizionali
Breve Analisi Nutrizionale
Ricerche Scientifiche Utilizzate Come Fonti Specifiche

 

Tabella dei Valori Nutrizionali

Qui di seguito i valori nutrizionali medi dell’Olio di Semi di Girasole per 100 g.

Valori Nutrizionali Medi per 100 g di alimento 

(Fonte: http://www.valori-alimenti.com/nutrizionali/tabella04060.php)

Calorie: 884
Energia: 3699 KJ
Grassi: 100 g

Grassi

Saturi: 10,10 g
Monoinsaturi: 45,4 g
Polinsaturi: 40,10 g

Minerali

Ferro: 0,03 mg

Vitamine

Vitamina E: 41,08 mg
Vitamina K: 5,4 mcg
Fitosteroli: 100 mg

Breve Analisi Nutrizionale

Una delle prime cose da dire dopo aver elencato i valori nutrizionali dell’Olio di Semi di Girasole è che risulta un’alta quantità di vitamina E, una vitamina che offre diversi benefici al nostro corpo. Oltre a essere un ottimo antiossidante, così come ci spiegano queste ricerche scientifiche (*7)(*8), interviene nelle difese immunitarie (*9) e permette all’alimento di essere un buon antinfiammatorio (*10). In più, la vitamina E è un ingrediente indispensabile per la cura della pelle (*11). I valori nutrizionali dell’Olio di Girasole, se paragonati a quelli dell’Olio di Oliva, mostrano un contenuto maggiore di vitamina E e acidi polinsaturi. La guida che abbiamo preparato sull’olio di oliva lo spiega nel dettaglio; qui ti basti sapere che, se quest’olio contiene 40,10 g di grassi polinsaturi, l’olio di oliva ne contiene solo 10,523 g. I grassi polinsaturi, così come ci spiega anche una ricerca scientifica molto approfondita (*12), offrono dei benefici cardiovascolari da tenere in considerazione quando si sceglie che tipo di condimento utilizzare nella propria dieta alimentare.

Ricerche Scientifiche Utilizzate Come Fonti Specifiche

Ecco la lista delle ricerche approfondite che puoi studiare anche tu: 

*7 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10714244
*8 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15061748
*9 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10714244
*10 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16011463
*11 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7633944
*12 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4744652/

^ Torna all'inizio del paragrafo Valori Nutrizionali dell’Olio di Girasole

 

Olio di Girasole: Ricette

Come abbiamo già detto nella prima parte di testo, l’Olio di Semi di Girasole è molto utilizzato in cucina per friggere. Dato che non fa parte della nostra etica culinaria friggere o scegliere i cibi cotti, in questo approfondimento ti faremo conoscere come questo condimento possa sposarsi benissimo anche con altre gustose ricette, come la maionese veg fatta in casa.

> Lista Ricette: 

Maionese Veg Fatta in Casa con Olio di Girasole
Crostata Vegana per Merenda
Tiramisù Dietetico con Olio di Semi di Girasole

 

Maionese Veg Fatta in Casa con Olio di Girasole

Ci sono adolescenti (ma anche adulti) che non riescono a mangiare un tramezzino senza maionese. Amano così tanto questa salsa che non vogliono rinunciarci, pur consapevoli che non sempre fa bene. Ecco perché tra le ricette che abbiamo deciso di farti conoscere vogliamo spiegarti come fare la maionese veg fatta in casa con quest’olio. Il gusto sarà buonissimo e delicato e si otterrà un condimento per panini, merende o cibi freschi ricco di princìpi attivi utili al corpo.

Ingredienti

250 ml di latte di soia o di latte di mandorle senza zucchero
200 ml di Olio di Girasole
40 ml di Olio extravergine di Oliva
il succo di mezzo limone
1 cucchiaino di gomma di guar
Curcuma a piacere

Preparazione 

Versa il latte e le due tipologie di olio insieme, e utilizza un mixer per frullare tutto. Devi esercitare un movimento omogeneo, dal basso verso l’alto per inglobare l’aria. Una volta contenta del risultato, prendi il succo del limone e la curcuma e inseriscilo insieme al composto. La curcuma serve per insaporire, ma anche per dare colore. Per questo puoi decidere quanta metterne in base al tuo gusto “colorato”. Per ultimo ingrediente inserisci la gomma di guar. Frulla tutto in modo che il composto diventi compatto e morbido. Non perdere la pazienza perché è un’operazione che richiede qualche minuto. Infine, aggiusta con un po’ di sale e assaggia per capire se consistenza e gusto accontentano il tuo palato. Puoi aromatizzare a piacimento e con diversi ingredienti: dalla paprika sia essiccata sia fresca, a più curcuma in fase di preparazione, o allo zenzero.

Crostata Vegana per Merenda

Se conosci il nostro marchio sai bene che preferiamo i cibi crudi, che consigliamo di assumere per la maggior parte della dieta alimentare quotidiana. Allo stesso tempo, dato che sappiamo bene che non è sempre possibile, vogliamo farti conoscere una ricetta golosissima: la crostata vegana della nonna, uno dei grandi classici della tradizione culinaria italiana. Da preparare è semplicissima e viene scelta per colazioni e merende di tutto il mondo. Vediamo insieme come prepararla in versione vegana, senza utilizzare uova, ma con l’aiuto dell’Olio di Girasole.

Ingredienti

480 g Farina
180 g di zucchero semolato
180 g di Zucchero di canna
100 g di Fecola di patate
3 cucchiai di latte di riso
100 ml di Olio di Girasole
400 ml di limone
Buccia di limone
Bicarbonato
Zucchero a velo
120 g di pinoli 

Preparazione 

Prendi una terrina e unisci farina e bicarbonato insieme; in una ciotola capiente unisci la farina con il bicarbonato, lo zucchero semolato e la buccia grattugiata di un limone. Mescola bene fino a ottenere un bel composto e poi aggiungi l’olio. Continua a impastare fino ad avere una bella pasta liscia e se ti rendi conto che il composto sta venendo troppo corposo aggiungi un pochino d’acqua. Aggiungila piano piano e mentre mescoli. Una volta pronta lascia riposare l’impasto in frigorifero per almeno un’ora. Per preparare la crema mescola lo zucchero di canna insieme alla fecola e aggiungi il latte di riso. Metti sul fuoco e cucina fino a che non diventa bella densa. Versa su un piatto e metti una pellicola trasparente. Lascia raffreddare e nel frattempo prendi la pasta che avevi messo in frigo. Stendi la pasta in una sfoglia sottile e rivesti uno stampo di crostata che ungerai con un po’ di olio. Riempi di crema a piacere e appiattisci per bene. Stendi la pasta frolla in un’altra sfoglia per ricoprire la crostata e sigilla i bordi. Distribuisci i pinoli e metti in forno a 170° per mezz’ora. La crostata della nonna in versione vegana è pronta per essere gustata. Prima, però, lascia raffreddare e cospargi di zucchero a velo.

Tiramisù Dietetico con Olio di Semi di Girasole

E per finire, non poteva mancare il tiramisù, un dolce evergreen che fa gola a tutti! Ecco che cosa devi avere in casa per prepararlo.

Ingredienti per la base

Pan di Spagna vegano o in alternativa biscotti veg alla Vaniglia o anche fette biscottate integrali 

Ingredienti per il mascarpone

250 g di Tofu al naturale
1 cucchiaio di Marsala
1/2 cucchiaino di Curcuma
2 cucchiai di Malto d'Orzo o di Riso
Mezzo bicchiere di Latte di Soia (senza zuccheri aggiunti)
100 ml di Olio di Girasole
1/2 cucchiaino di Vaniglia in polvere
3 cucchiai di Zucchero Integrale di canna

Ingredienti per la copertura 

6 tazzine di caffè verde
cacao amaro
Scaglie di cioccolato fondente

Preparazione

Come prima cosa prendi un frullatore a immersione e mescola gli ingredienti tutti insieme per fare la panna di tofu. Crea un composto morbido (sostituirà il mascarpone). Taglia a listarelle il Pan di Spagna (o utilizzalo intero), disponile in una pirofila rettangolare e fai il primo strato imbevendo ogni parte di Pan di Spagna con il caffè. Copri con la panna di tofu e subito dopo crea un altro strato di listarelle sempre imbevute di caffè. Per ultimo ricopri con la panna e, per completare la tua opera d’arte, spolvera di cacao amaro. Completa con le scaglie di cioccolato e metti subito in frigorifero per mezz’ora. Il tiramisù dietetico con Olio di Semi di Girasole è pronto!

^ Torna all'inizio del paragrafo Ricette con l' Olio di Girasole

 

Olio di Semi di Girasole Bio, Integro al 100% By CiboCrudo

Siamo arrivati a una delle parti più importanti del nostro approfondimento. Qui potrai scoprire qualche dettaglio in più sull’Olio di Semi di Girasole di Cibo Crudo, capire perché è garanzia di qualità ed eccellenza Bio e conoscere da che cosa dipende il prezzo dell’Olio di Girasole che puoi mettere nel carrello.

> Lista Argomenti:

Olio di Semi di Girasole Crudo Bio By CiboCrudo
Il Prezzo dell’Olio di Girasole Spremuto a Freddo
L’Olio di Semi di Girasole Fa Male?

 

Olio di Semi di Girasole Crudo Bio By CiboCrudo

Il nostro Olio di Girasole è spremuto a freddo. Non avevi dubbi, vero? Bene allora saprai anche che il tipo di spremitura fa la differenza sulla qualità del prodotto che si propone in vendita. In questo caso, l’olio che utilizzi per condire i tuoi piatti non è soltanto buono da consumare o arricchimento di un cibo; ma diventa anche un olio ricco di princìpi attivi dalle proprietà importanti, che non si perdono come accade con altri tipi di spremiture. Il motivo è semplice: il processo a freddo assicura il mantenimento di tutti i princìpi attivi, gli unici componenti utili a dare benessere al nostro corpo. Questo per dire che le proprietà sono connesse alla scelta di spremitura dei semi di girasole, soprattutto se consumato crudo. Come sai noi lo consigliamo proprio crudo. In particolare questa tipologia di olio è perfetta in versione raw, perché darà a tutti i piatti un sapore genuino e delicato.

Il Prezzo dell’Olio di Girasole Spremuto a Freddo

Questo è uno dei motivi per cui non troverai mai il nostro Olio di Girasole in un supermercato. È vero che anche al bancone potresti leggere etichette con la dicitura a freddo, ma su Cibo Crudo sai che acquisterai un prodotto proveniente da agricoltura biologica, altamente certificato e prodotto da un fornitore attento a tutte le dinamiche della nostra politica proconsumatore. Certo, tutti questi dettagli finiscono per incidere sul prezzo dell’Olio di Girasole, ma ti ricordiamo che si tratta di un alimento che, assaporato crudo, diventa un’eccellenza di bontà e conserva dei princìpi attivi che promuovono il tuo benessere, proprio perché garantisce la conservazione di tutti i suoi benefici nutrienti. Sul prezzo dell’Olio di Girasole c’è da dire anche un’altra cosa. Il suo prezzo è molto inferiore a quello di un olio di oliva di qualità e questo è uno dei motivi per cui viene utilizzato molto in cucina e se ne consuma molto in tutto il mondo. Sai che con quest'olio si possono preparare mille e più ricette? 

L’Olio di Girasole Fa Male?

Essendo ricco di grassi, è facile pensare che l’olio sia un alimento da dosare perché incide su un’alimentazione corretta e sulla dieta. È una concezione sbagliata e credo che tu l’abbia già capito sia leggendo la parte dedicata alle proprietà dei princìpi attivi, sia quella dedicata ai valori nutrizionali. Entrambi dimostrano che l’Olio di Girasole non fa male, al contrario i suoi princìpi attivi contribuiscono in maniera del tutto naturale al benessere del nostro corpo. 

^ Torna all'inizio del paragrafo Olio di Girasole by CiboCrudo

 

Olio di Girasole: Curiosità

Non potevamo terminare il nostro approfondimento senza lasciarti qualche informazione più stuzzicante, di quelle che ti resteranno sicuramente impresse perché hanno stimolato e saziato la tua curiosità. Sull’Olio di Girasole le curiosità da sapere sono diverse e abbiamo pensato di raccontartele tutte, così potrai scegliere tu stesso quale ti piace di più. Sei pronto? Le trovi qui sotto l’elenco.

> Lista Argomenti:

La Nascita del Girasole
Il Significato del Girasole
Il Girasole nel Mondo

 

La Nascita del Girasole 

Ti sei mai chiesto da dove arriva il girasole? Siamo andati alla ricerca di tante informazioni e abbiamo scoperto che la sua nascita è legata ad una leggenda, che è stata citata nelle Metamorfosi di Ovidio nel libro IV. La leggenda racconta di una giovane ninfa di nome Clizia, che si era innamorata del dio del sole, Apollo. Non corrisposta dal suo amore e carica di invidia perché Apollo donava le sue avance a un’altra ninfa, smise di mangiare. Dimagrì tanto da diventare deperita e si nutriva solo delle sue lacrime. Non le importava più di niente e nessuno e decise di restare seduta sulla terra per seguire giorno e notte il viso del dio sole. Girava la testa esclusivamente in direzione del sole fino a quando il suo corpo, completamente assuefatto dalla posizione ferma, si trasformò in uno stelo leggero e resistente. I suoi capelli diventarono una gialla corolla: nacque il girasole. 

Il Significato del Girasole

Tranquillo, non parliamo del significato del termine che rende questa pianta così conosciuta nel mondo. Hai mai pensato al perché il girasole piace a tutti? Te lo diciamo noi: rimanda all’allegria, al divertimento ed … alla solarità.

Il Girasole nel Mondo

È un fiore conosciuto in tutto il mondo, apprezzato sia per la sua bellezza come fiore, semplice e delicata, sia per le proprietà dei suoi princìpi attivi. Forse non sai, però, che per le popolazioni autoctone del Centro America questo fiore aveva dei poteri magici, così come probabilmente non sai che in Oriente il girasole è simbolo di immortalità.

^ Torna all'inizio del paragrafo Curiosità sull' Olio di Girasole

 

Nota Importante:

Tutte le informazioni riportate hanno puramente scopo didattico, per approfondirne il significato > leggi il Disclaimer



Le informazioni riportate, non sono da intendersi come sostitutive di un parere medico e le proprietà descritte, salvo dove precisamente indicato, sono presunte e senza evidenze scientifiche.


Disclaimer

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Olio di Girasole commenti

Scrivi il tuo commento

Seguici Su...